#codingmonamour

Ambienti testuali

Nel seguito una lista degli ambienti prevalentemente testuali e di particolare interesse.

Kojo

Kojo è sviluppato da Lalit Pant (Himjyoti school, Dehradun - India) ed è utilizzato in varie scuole indiane, statunitensi, inglesi e svedesi.
L'approccio usato nella piattaforma Kojo è più ampio dei soliti ambienti per l'insegnamento. Può essere rivolto a più livelli di apprendimento ed è dotato di parti specifiche, per esempio per la sperimentazione in ambito matematico con un laboratorio basato su GeoGebra. Il linguaggio utilizzato è Scala.

Sorgenti di Kojo.

Scala è un linguaggio estremamente potente e multiparadigma (Orientato agli oggetti, funzionale) che può essere utilizzato a vari livelli, sufficientemente semplice nelle sue basi da poter essere insegnato in età scolare (dalla classe 4° primaria). La sua caratteristica di linguaggio funzionale lo fa particolarmente utile nella risoluzione di problemi matematici.

Kojo è tradotto in italiano per la parte riguardante la tartaruga: documentazione in italiano.

Going Beyond Technology: Lalit Pant's Journey with Scala

Appunti su scala e Kojo

Challenges with Kojo (Sfide con Kojo) - Björn Regnell, Lund University, 2015

LEARN HOW TO PROGRAM (Björn Regnell, Lund University)

Teaching programming to young learners using Scala and Kojo

Dalla sua formulazione il Logo di Daniel G. Bobrow, Wally Feurzeig, Seymour Papert and Cynthia Solomon. ha avuto numerose implementazioni.

LibreLogo è una implementazione che viene eseguita all'interno di un documento LibreOffice, per una documentazione in italiano si rimanda qui.
Iplozero
NetLogo
StarLogo
Logo foundation
Braian Harvey CSLS

Hiroshima Mon Amour